Castello di Devín

Questo sito alla confluenza del Danubio e della Moravia è stato abitato fin dalla preistoria. Devín faceva parte del Limes Romanus dopo il periodo celtico dal 1 ° al 4 ° secolo. Nel 9 ° secolo era collegato al nome del principe Rastislav. Un forte di confine reale come gradualmente costruito nel castello superiore. Nel 1809, il castello fu distrutto dalle truppe di Napoleone. È stato dichiarato National Historic Landmark nel 1961.

Vista mozzafiato

Mentre il Castello di Bratislava è stato ricostruito, Devín è rimasto una rovina romantica. Tuttavia, questo non ha diminuito le sue attrazioni; al contrario, dal momento che è il luogo turistico più visitato in tutta la Slovacchia. È anche uno dei più grandi castelli del paese ed è facilmente raggiungibile dal centro di Bratislava in auto, autobus, barca o in bicicletta. Il capolinea degli autobus si trova in un ampio parcheggio sotto il Castello; questo è anche un posto comodo per il parcheggio auto. Il Castello si accede attraverso il cancello situato dietro l’Hotel Castle Gate. Lo sforzo speso per salire fino alla parte centrale del Castello sarà ricompensato con una vista pittoresca del paesaggio circostante. Puoi provare bene la profondità del castello versando acqua da un secchio. Tuttavia, hai ancora molto da fare per meritare le spettacolari viste panoramiche dal Castello Superiore. Vi aspetta un lungo, apparentemente infinito volo di ripidi gradini.

Una volta arrivati al belvedere e colpiti da una potente raffica di vento, vi sentirete come se volaste in alto sopra la terra, come il falco che passa nelle vicinanze. Sei in piedi sulla cima di uno sperone di roccia alto 80 metri e dovresti aggiungere almeno altri tre piani; tale era l’altezza del Castello superiore. Non c’è da stupirsi che siano state combattute così tante battaglie su questo posto. Con il bel tempo si può vedere Vienna e la vetta dello Schneeberg (2075 m) nelle Alpi. Sulla strada verso il basso, un piccolo sentiero a destra dietro il Castello di mezzo vi condurrà fino a una collinetta erbosa con le fondamenta in rovina di una chiesa del 9 ° secolo. È difficile immaginare un luogo più adatto alla meditazione. Al parcheggio, girare a sinistra. La strada conduce alla confluenza del Danubio e della Morava. Tutta la terra attraverso l’acqua, sia il Danubio o la Morava, è l’Austria.

Ciclismo ed escursioni intorno al Castello di Devín

È a due passi ma per quarant’anni è stata una distanza irraggiungibile. Qui c’era il recinto di filo spinato e molte persone sono state uccise. Le loro morti inutili sono commemorate in un memoriale con i nomi delle vittime. Nel frattempo, se hai fame, torna al parcheggio e puoi scegliere tra l’elegante hotel o un ristorante più folkstyle che offre specialità come stinco di maiale arrosto o goulash di manzo. Quelli di voi con bici o pattini in linea possono continuare lungo la Morava. L’attuale pista ciclabile è l’ex percorso di pattugliamento militare da cui i soldati sorvegliavano la cortina di ferro. Poiché si trattava di una zona di esclusione a lungo termine, l’intera area lungo il fiume ha mantenuto il suo habitat originale con le sue preziose foreste alluvionali e prati d’acqua che ospitano i castori. Gli escursionisti possono esplorare la collina occidentale di Devínska Kobyla (514 m), una riserva naturale ricca di flora preziosa e rara.

In primavera e in estate, i prati sono punteggiati di bellissimi fiori. L’estremità superiore del parcheggio segna l’inizio di un sentiero blu che porta fuori dal villaggio. Dopo una salita di trenta minuti si è sul sentiero, parallelo con la Morava, che porta alla collina di Sandberg. I prati sono decorati con fiori, intervallati da boschi occasionali, e potrebbe essere difficile concentrarsi sul sentiero, così affascinanti sono i panorami della Morava e dell’Austria oltre il fiume. Dopo un’altra mezz’ora di cammino, la scogliera di sabbia si apre di fronte a te. Milioni di anni fa, questa era la riva di un oceano e se guardi attentamente vedrai fossili di cozze nella sabbia. Il sentiero vi condurrà alla parte storica del villaggio di Devínska Nová Ves. Svoltando a sinistra si torna alla Morava e la strada principale. È possibile tornare a Devín in autobus o camminare lungo la Morava.

Coloro che desiderano esplorare questo tratto di fiume incontaminato con pagaie in mano, e osservare cicogne e aironi lungo la strada, dovrebbero iniziare una gita in zattera nel villaggio di Vysoká pri Morave e finire sotto il Castello. Un viaggio in zattera come questo dura tutto il giorno.

La Grande Missione morava dei Santi Cirillo e Metodio: Può essere una mappa, foglio, o libro sui Santi Cirillo e Metodio, che si incontra o forse si sente, proprio ai piedi del Castello di Devin, pezzi di storia del castello da un innovativo digitali, o si può semplicemente utilizzare Storymap elettronica della guida quando si viaggia lungo il Percorso Culturale dei Santi Cirillo e Metodio, dove si può imparare circa i luoghi storici e i luoghi legati alla Grande Moravia cuscinetto l’eredità dei fratelli di Salonicco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.