Come asciugare i cachi-una guida passo-passo

Impara come asciugare i cachi a casa!

I cachi, conosciuti come hoshigaki in Giappone, sono un frutto meno comune che è pieno di sostanze nutritive, tra cui vitamine, minerali e antiossidanti. Sono dolci e deliziosi e possono essere aggiunti alla tua dieta invernale. I cachi hanno manganese, ferro, vitamina C e beta-carotene, oltre a importanti fitonutrienti che hanno tutti i tipi di benefici per la salute.

Ecco i migliori metodi per asciugare i cachi a casa e conservare i cachi secchi per un uso successivo.

Come asciugare i cachi

Le persone spesso scelgono di asciugare i cachi perché se conservati correttamente, dureranno da sei a dodici mesi a temperatura ambiente. Esistono due metodi di base per asciugare i cachi:

  • puoi tagliarli e metterli in un disidratatore o in forno,
  • oppure puoi asciugarli al sole per tre o quattro settimane.

La scelta è vostra.

Come preparare i cachi per l’essiccazione

Il primo passo per preparare i cachi per l’essiccazione è lavare e asciugare accuratamente il frutto. Dovresti eseguirlo sotto acqua corrente fredda e pulire via sporco e detriti con le dita. È molto importante assicurarsi che siano puliti poiché qualsiasi sporco o altri contaminanti possono asciugarsi nel frutto e avere un effetto su come ha un sapore dopo averlo asciugato.

Asciugare i cachi in un disidratatore

  • Una volta terminato di asciugare i cachi, è necessario posizionarli su un tagliere e rimuovere il cappuccio. Puoi usare un coltello da cucina e inserirlo nel bordo dello stelo. Quindi, puoi ritagliarti il cappuccio. Vuoi rimuovere qualsiasi midollo bianco perché sarà difficile da masticare una volta asciugati i cachi. Ricorda che i cachi si restringono quando asciughi le fette, quindi non dovresti tagliare gran parte della frutta utilizzabile. Non è necessario sbucciare i cachi, ma è possibile tagliare via qualsiasi pelle che si trova è scolorita.
  • Una volta rimosso il tappo, è possibile tagliare il cachi in fette che sono tra la metà e un quarto di pollice. Dovresti tagliarlo allo stesso modo in cui tagli un pomodoro. In generale, si dovrebbe essere in grado di tagliare otto o dieci fette di ogni pezzo di frutta.
  • Ora i tuoi cachi sono pronti per andare nel disidratatore. È possibile posizionare le fette direttamente sul rack e separarle l’una dall’altra. È possibile attivare il disidratatore tra 115 e 150 gradi Fahrenheit. Sarà necessario lasciare asciugare i cachi per almeno 20 ore senza alcuna interruzione.

Una volta trascorse 20 ore, controllare i cachi. Dovresti notare che sono cambiati in un colore rosso-arancio profondo con una superficie rugosa. Dovrebbe essere morbido e gommoso e sciogliersi in bocca. Se non sono ancora pronti, puoi lasciarli per un’altra ora o due e portarli fuori quando sono giusti.

VEDI ANCHE: Una guida per principianti: Come disidratare il cibo con un disidratatore

Asciugare i cachi nel forno

Se non hai un disidratatore, puoi asciugare i cachi nel forno, ma potresti perdere un po ‘ del sapore e della consistenza.

  • Rimuovere il cappuccio.
  • Taglia i cachi.
  • Preriscaldare il forno a 170 F.
  • Posizionare le fette di cachi fianco a fianco su una carta da forno che si trova su una teglia
  • Cachi secchi in forno per 5-6 ore lanciando cachi un paio di volte fino a quando non sono asciugati.
  • Si dovrebbe lasciare la porta del forno leggermente aperta per una migliore circolazione dell’aria.

È possibile accelerare il processo girando il forno a 250 F e asciugando i cachi per 2 ore. Assicurati di controllare i cachi dopo ogni mezz’ora. C’è il pericolo che tu cuocia i cachi invece di asciugarli.

Hang-essiccazione cachi

Ci sono diversi tipi di cachi, e se si sceglie di appendere ad asciugare al sole, si vuole il cachi hachiya. Volete frutta che è leggermente sotto-maturo dove sono fermi.

  • Devi prepararlo in modo diverso perché sbuccierai i cachi e lascerai il gambo. Lo stelo è necessario per appendere i cachi ad asciugare. Utilizzare un pelapatate carota per sbucciare tutta la pelle. È possibile inserire un gancio a vite nel nucleo e legare un pezzo di spago al gancio.
  • Successivamente, appenderai i tuoi cachi alla luce solare indiretta in un punto ben illuminato in casa o su un patio schermato. Idealmente, vuoi che i tuoi cachi ottengano quattro o cinque ore di luce solare indiretta ogni giorno. È possibile acquistare un appendiabiti per appendere i cachi, oppure è possibile creare un punto vicino a una finestra.
  • Successivamente, è necessario lasciare asciugare i cachi per quattro o sei settimane. Puoi massaggiarli ogni pochi giorni per aiutarli a rilasciare umidità e zucchero mentre si asciugano. Quando sono pronti, l’esterno si raggrinzirà e si ridurranno a circa la metà delle loro dimensioni.

Rimuoverli dallo spago e lasciarli riposare su una teglia coperta con un canovaccio da cucina pulito durante la notte per un’altra settimana. Ciò consente al rivestimento zuccherino di coprire il frutto.

Conservare i cachi secchi

Dopo aver terminato di asciugare i cachi, indipendentemente dal modo in cui, lasciarli raffreddare. Dovresti conservare i cachi secchi solo quando si sono completamente raffreddati.

I cachi essiccati rimarranno per sei mesi e un anno. È possibile conservarli a temperatura ambiente e metterli in sacchetti di plastica richiudibili dopo averli avvolti in un involucro di plastica. Puoi anche sigillarli sottovuoto. Se lo desideri, puoi congelarli o conservarli in frigorifero per un massimo di un anno.

VEDI ANCHE: Come conservare la frutta secca a casa

Grazie per l’immagine: verywellfit

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.