Concetto di cooperazione

l’origine della parola, la cooperazione può essere trovato in latino la parola “promozione”, composto dal prefisso di unione e di pienezza, “co”, da “operari” nel senso di “operare”, “lavoro” o “lavoro” più il suffisso di azione, e l’effetto di “tizio”.

Il concetto di cooperazione coinvolge più soggetti che lavorano insieme per raggiungere obiettivi comuni. Il lavoro cooperativo non è in competizione, ma aggiunge forze verso l’obiettivo. Può accadere che un gruppo cooperativo competa con un altro, ma all’interno del gruppo, nessuno vuole battere il proprio partner, ma insieme, l’altra squadra. Ogni membro del team cooperativo deve dare il meglio di sé per il bene di tutti. Nessuno vuole vincere individualmente, ma per beneficiare insieme. Il membro del gruppo cooperativo sente affinità per i suoi coetanei, e fa parte di un piano d’azione, con il quale è coinvolto, e condivide i suoi valori. Sa che solo sostenendo, permettendosi di essere aiutato e di aiutare, otterrà lo scopo desiderato.

L’uomo deve superare il suo individualismo sempre crescente in questo mondo postmoderno, per comprendere il paradosso che più pensa a se stesso, senza considerare i suoi simili, più sarà danneggiato. Anche se è per egoismo (speriamo di no) dobbiamo aiutarci a vicenda, cooperando per essere più forti.

La complessità del mondo di oggi richiede l’integrazione umana non solo a livello individuale, ma anche a livello nazionale e transnazionale, con grandi blocchi regionali organizzati in questo senso, come la Comunità Economica Europea, il Mercosur o il NAFTA. Tamames ha definito la cooperazione economica a livello internazionale come un passo prima dell’integrazione, eliminando progressivamente, fino alla sua eliminazione, le barriere tariffarie. Nel mondo medievale, isolato e diviso in regni indipendenti, era impensabile parlare di cooperazione tra nazioni, ma oggi è necessario superare gli individualismi, per diventare forti competitivi, ogni blocco cooperativo rispetto agli altri.

Esempi

“L’insegnante ci ha fatto fare un lavoro collaborativo in gruppi di quattro studenti, in cui ognuno partecipava secondo i propri gusti e competenze, John ha studiato la questione e trovato il materiale, Mary ha scritto il rapporto, io ho illustrato e Damian ha spiegato alla classe; era molto più completo che se lo avessimo fatto individualmente”, “Ci hanno chiesto di collaborare per aiutare le persone alluvionate che hanno perso tutto con l’alluvione, e ognuno ha donato quello che poteva nella misura delle loro possibilità” o “Il nostro paese sta cooperando per ridurre il flagello della fame in Africa”.

Società cooperative

Le società cooperative sono gruppi di persone il cui obiettivo è la distribuzione dei profitti tra i loro membri, ottenuta eliminando l’intermediazione. Ogni partner contribuisce a ciò che è necessario per avviare la società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.