Ho lavorato con un content mill: ecco cosa ho imparato

A dicembre 2015, ho fatto l’impensabile.

Ero nel mio secondo mese freelance a tempo pieno e vivevo a Londra, che, posso confermare, è costoso come dicono che sia. I miei risparmi stavano scomparendo troppo in fretta per i miei gusti. E mentre avevo del lavoro in arrivo, non era abbastanza per pagare le mie bollette.

Così ho deciso di unirmi a un mulino di contenuti.

Il piano: di speranze sbagliate, entusiasmo e ingenuità

Content mills sono un po ‘ come Marmite nel mondo freelance. Siete inclini a trovare una tonnellata di articoli online che ti dice di stare lontano a tutti i costi, e una tonnellata di altri che ti dice che non sono così male se si sa come farli funzionare per voi.

OK quindi forse sono più come vivere con l’acufene che Marmite. Ma sono sicuro che capirai la mia deriva.

Comunque.

Personalmente, ero sul recinto quando ho deciso di aderire. Sapevo che pagavano male. Che molto era facilmente evidente. Ma, sempre l’ottimista, ho pensato che avrei potuto farlo funzionare. Così ho fatto qualche ricerca e ne ho scelta una migliore delle valutazioni medie e pago (sto usando “meglio” molto liberamente qui).

Poi, ho formulato un piano.

Questo è stato piuttosto semplice. Prenderei da 15 a 20 articoli a settimana. A £20 un pop (incredibile pensare che questo era in realtà meglio di quello che molti altri mulini pagato al momento), il lavoro mi avrebbe netto £400 a settimana, o circa £1.600 al mese. Non troppo malandato.

Nel frattempo, continuavo a lanciare per trovare clienti migliori, usando i migliori articoli che ho fatto per il mulino come pezzi di portafoglio (avevo letto da qualche parte che questo era possibile e che, in alcuni casi, hai persino ottenuto le linee).

Prima che lo sapessi, sarei fuori dal mulino, scrivendo per i grandi clienti e rotolandoci dentro.

Facile, facile. Giusto?

Beh, non ci vuole un genio per capire perché il mio piano è stato condannato fin dall’inizio.

Ma sezioniamolo.

Il problema, come ora so, è che il mio piano era basato su premesse errate. Cioè:

  • Mi sono innamorato di quella vecchia castagna “ti manderemo un sacco di lavoro.”Così ho pensato di riempire immediatamente la mia pipeline con un flusso costante di lavoro.
  • Dato quello che stavano pagando, mi aspettavo che il lavoro fosse ragionevolmente facile da completare.
  • Ho pensato di avere il tempo di pianificare la mia settimana e pianificare il lavoro in modo da poter anche lanciare e servire i miei altri clienti.
  • Ho pensato che sarei stato in grado di utilizzare almeno parte del lavoro nel mio portafoglio

Spoiler alert: mi sbagliavo su tutti i fronti.

Potrei dare la colpa al mulino e dire che mi hanno ingannato. E questo non sarebbe lontano dal bersaglio. La maggior parte dei mulini ti attira con la promessa di “molto lavoro” e “opportunità di autosviluppo”, solo perché la realtà ti colpisca alla testa quando è troppo tardi.

Ma siamo onesti. Ero un 33-year old, presumibilmente adulto maturo. Avrei dovuto saperlo. Quindi, col senno di poi, do la colpa a questo entusiasmo, inesperienza e quel mucchio di bollette che ho dovuto pagare.

Ottenere reclutati

Il processo di applicazione è stato abbastanza semplice. Ho compilato un modulo online con il mio nome, e-mail e un link al mio sito web, e che era che.

Si sono messi in contatto una settimana dopo. Erano piacevoli da affrontare e mi hanno chiesto di scrivere un pezzo di prova che mi avrebbero pagato anche se non fossi stato accettato. Il pezzo era semplice, e ho sbattuto fuori in circa due ore. L’hanno adorato, mi hanno pagato prontamente e mi hanno mandato un contratto di servizio da firmare.

Finora tutto bene. Tutto stava andando secondo i piani.

Crunch time

Con l’onboarding tutto squadrato, era ora di rimboccarmi le maniche del pigiama e mettermi al lavoro. Purtroppo, questo è stato dove il mio piano ha iniziato a sgretolarsi come il castello di carte che era.

In primo luogo, la mia pipeline non è stata immediatamente riempita di lavoro. Era più come un rivolo molto lento.

Naturalmente, questo non è particolarmente scioccante. Con la maggior parte dei clienti con cui lavoro, iniziamo lentamente a testare le acque e procediamo solo a progetti più grandi una volta che siamo entrambi a nostro agio che è una buona misura. Tuttavia, sono rimasto abbastanza sorpreso di quanto tempo ci sia voluto per costruire slancio.

Sono durato sei settimane sul mulino (Sì, un altro spoiler lo so. Ma scommetto che sapevi gia ‘ che non sarebbe finita bene, vero?). Ma, al mio apice, mi è stato assegnato solo tre pezzi a settimana, il che significa che sono stato pagato un totale di £60 a settimana per i miei sforzi.

Come è successo, questa è stata una benedizione sotto mentite spoglie.

Tutto il lavoro e più lavoro

Il lavoro sarebbe stato assegnato ogni giovedì sera. Con una scadenza domenicale.

Quindi è stato ordinato il mio fine settimana.

Tutto il lavoro è stato anche ghostwritten, che ha messo pagato per le mie speranze di ottenere eventuali pezzi di portafoglio. Per essere onesti, è stato possibile ottenere byylines. È successo che mi è stato assegnato ai progetti che i clienti volevano ghostwritten. Chiamalo la fortuna del sorteggio.

Ma, più precisamente, non è esagerato dire che ho grossolanamente sottovalutato la quantità di lavoro coinvolto.

La maggior parte degli articoli che mi è stato chiesto di scrivere erano per un pubblico B2B. E anche se hanno coinvolto argomenti che conoscevo (mi hanno chiesto di scegliere argomenti che stavo affrontando a mio agio prima di iniziare), ho ancora dovuto mettere nel lavoro. E con questo intendo fare la ricerca, assorbire i concetti e poi scrivere.

Ho anche erroneamente assunto che tutti gli articoli avessero un limite di 500 parole. Ma le loro istruzioni per ogni articolo erano che doveva essere “il tempo necessario.”

Questo, ovviamente, aveva perfettamente senso. Ho sempre pensato che il tuo tipico post di 500 parole sia superficiale e non aggiunga molto valore. E, quando scrivi per un pubblico B2B, non puoi farla franca con superficialità. Devi immergerti in profondità e dimostrare di conoscere le tue cose.

Ma non dimentichiamo il contesto.

Stiamo parlando di un solido 8 ore o più di lavoro per fornire un pezzo di qualità. È un turnaround molto veloce (tre giorni, due dei quali sono sabato e domenica, e hai altri 2 pezzi con la stessa scadenza da fare).

E vieni pagato £20 per i tuoi sforzi.

Fai i conti.

Proprio quando pensavo di essere fuori, mi tirano indietro in

Il lavoro non è finito quando hai finito di scrivere il pezzo. Eri anche responsabile per l’approvvigionamento di foto royalty-free per andare con l’articolo.

E dovevi inviare ogni pezzo per la modifica.

Naturalmente, quando sei un copywriter, ottenere modificato è un fatto della vita. Non mi è mai stato chiesto di fare un intervento chirurgico importante. Detto questo, spesso ricevevo note passive-aggressive. Cose come ” Era OK, ma hai avuto un errore di battitura.”o il temuto” non iniziare frasi con E ” tipo-commenti.

Questo sembrerà un reclamo minore. Mi è stato detto molto peggio nel corso della mia carriera.

Ma, ancora una volta, è tutto sul contesto.

Non dovresti mai prendere personalmente le richieste di modifica. Ma quando hai appena rinunciato a 8 + ore del tuo weekend per £20, e l’unica cosa che hanno da dirti è che hai avuto un errore di ortografia in un pezzo di parola 1500+, è molto più facile a dirsi che a farsi.

Riflessioni e lezioni apprese

Quindi, me ne pento? Lo rifarei? Lo consiglierei?

No, no e no.

È stato detto prima, e posso confermarlo. Alla fine della giornata, i mulini di contenuti beneficiano solo di se stessi. Non clienti. Non tu.

In parole povere, i mulini di contenuti non sono favorevoli a fornire un buon lavoro. Quando ti trovi di fronte a un argomento complicato, a una rapida inversione di tendenza e a una paga bassa, devi tagliare gli angoli. E ‘ inevitabile. In caso contrario, sarebbe impossibile consegnare uno, per non parlare di diversi pezzi in tempo (a meno che non si è lavorato non-stop 24/7).

Questo significa:

  • Meno tempo per fare ricerca
  • Meno tempo per assorbire i concetti
  • Meno sforzo per ottenere la copia giusta

Chiaramente, il cliente non sta andando a beneficio o ottenere il massimo per il proprio dollaro con questo approccio. Stanno solo andando a ottenere copia sub-par da un copywriter oberato di lavoro e tormentato.

E lavorare per un content mill certamente non ti avvantaggia.

Certo, avrai lavoro senza fare alcun marketing. E si può anche ottenere alcuni pezzi si può mettere nel vostro portafoglio.

Ma vale la pena lo stress?

In definitiva, tutti noi vogliamo fare un lavoro di cui possiamo essere orgogliosi. Lavoro che aiuta veramente i nostri clienti a raggiungere i loro obiettivi. Per fare questo, abbiamo bisogno delle giuste condizioni. Un solido brief. È ora di fare una ricerca adeguata. È ora di pensare e creare la copia. E, sì, paga equamente per i nostri sforzi.

Fidati di me. Content mills non è dove lo troverai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.