Qual è la differenza tra divorzio contestato e non contestato?

Ci sono due modi per classificare un divorzio: contestato e non contestato. Il divorzio non contestato coinvolge i coniugi che concordano sulla separazione dei loro beni e la dissoluzione del matrimonio. In un divorzio contestato, le parti potrebbero non essere d’accordo sui termini del divorzio, quale genitore dovrebbe ospitare i figli, o anche se vogliono il divorzio.

Quali passi sono coinvolti nel divorzio contestato e non contestato?

Quando le coppie accettano i termini della separazione, devono solo assicurarsi che i termini siano equi e presentare i documenti necessari per rendere legale il divorzio. Al contrario, un divorzio contestato è spesso complicato e di solito comporta la rappresentazione da un avvocato divorzista. Se il caso progredisce al processo, i coniugi dovranno sopportare lo stress e le spese legali di un caso giudiziario in corso, e saranno vincolati dal verdetto del giudice.

Il processo di un divorzio contestato comprende generalmente:

  • Presentazione della petizione. Un coniuge deve preparare e consegnare la petizione di divorzio all’altro. Dopo che il coniuge servito risponde alla petizione, può essere presentato al tribunale.
  • Scoperta. Entrambi i coniugi saranno tenuti a fornire le informazioni necessarie per dimostrare e confutare elementi del caso. Ciò può comportare la raccolta di documenti, contattare i testimoni e prendere deposizioni.
  • Negoziazione. Una volta che ogni parte ha un’idea delle informazioni che potrebbero venire in tribunale, gli avvocati iniziano a negoziare proposte di insediamento tra i coniugi. Gli insediamenti sono la risoluzione preferita ai divorzi contestati perché sono meno costosi di andare a processo e non c’è bisogno di appello. Se un accordo non può essere raggiunto, il caso procederà al tribunale di divorzio.
  • Prova. Durante il processo, entrambi i coniugi presenteranno testimoni, risponderanno alle domande dell’avvocato e sopporteranno l’esame incrociato dall’altra parte.
  • Decisione. Alla fine del processo, il giudice deciderà quale coniuge riceve quali beni, come verrà assegnato il debito, chi riceverà la custodia dei figli e quanto sostegno deve essere pagato.
  • Ricorso. Se uno dei coniugi non è d’accordo con la decisione del giudice, lui o lei può presentare un ricorso a un tribunale superiore.

Ci sono molti meno passaggi coinvolti nei divorzi non contestati. Per questo motivo, è una buona idea per le coppie che non sono d’accordo sulle specifiche del loro divorzio per chiedere il parere di un avvocato. Un buon avvocato di divorzio può aiutare a lavorare fuori termini amichevoli per la separazione, che consente di presentare un divorzio incontrastato ed evitare di andare in tribunale.

Possiamo aiutarti a decidere quale opzione di divorzio è giusta per te. Compila le tue informazioni di contatto per parlare con un avvocato di divorzio Georgia oggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.