Segreti commerciali / Non concorrenza

Baird Quinn rappresenta regolarmente aziende e dipendenti in relazione ad accordi di non concorrenza, accordi di non sollecitazione e segreti commerciali. I nostri avvocati commerciali hanno una vasta esperienza nel fornire consulenza per quanto riguarda l’applicabilità di accordi di non concorrenza e accordi di non sollecitazione, la stesura di tali disposizioni, e perseguire e difendere i segreti commerciali e le controversie di non concorrenza. Siamo consapevoli che, quando si verifica un contenzioso segreto commerciale/non competitivo, i clienti hanno bisogno di un accesso immediato a avvocati esperti e aggressivi per proteggere i loro interessi. Vedi recenti decisioni: Favorevole-Giudizio-Noncompetition-Caso; Preliminare-Ingiunzione-Entrato-NonCompete-Accordo.

Legge del Colorado che disciplina gli accordi di non sollecitazione e non concorrenza

La legge statutaria del Colorado disciplina l’applicabilità degli accordi di non sollecitazione e non concorrenza. In genere, sotto la legge del Colorado, di non sollecitazione e patti di non concorrenza sono considerati “vuoto”, tranne che nei seguenti casi: (1) i contratti per l’acquisto e la vendita di un’impresa o l’attività di un business; (2) gli accordi con i dirigenti, gestione del personale e professionale del personale; (3) i contratti per la protezione dei segreti commerciali; o (4) appalti per il recupero di spese per l’educazione e la formazione di un dipendente che ha lavorato per meno di due anni. La maggior parte delle controversie comporta l’eccezione per dirigenti o dirigenti o l’eccezione per la protezione dei segreti commerciali.
La legge prevede espressamente:
(2) patto di non concorrenza che limita il diritto di ogni persona a ricevere un compenso per prestazioni di qualificati o non qualificati di lavoro per ogni datore di lavoro deve essere vuoto, ma questa sottosezione (2) non si applicano:

(a) Qualsiasi contratto per l’acquisto e la vendita di un’impresa o l’attività di un business;

(b) Qualsiasi contratto per la tutela dei segreti commerciali;

(c) Qualsiasi disposizione contrattuale che preveda il recupero delle spese di istruzione e formazione di un dipendente che ha servito un datore di lavoro per un periodo inferiore a due anni;

(d) Personale dirigente e dirigente e funzionari e dipendenti che costituiscono personale professionale per il personale dirigente e dirigente.

Vedere CS § 8-2-113. Colorado-Non competere-Legge.
Lo statuto di non concorrenza del Colorado ha anche una disposizione specifica relativa alle disposizioni di non concorrenza con i medici. Questa disposizione annulla ” qualsiasi patto di non competere disposizione che limita il diritto di un medico di praticare la medicina.”Data questa disposizione, ai medici non può essere impedito di praticare la medicina, anche se hanno accettato tale restrizione in un accordo di lavoro o di partnership. La statua di non concorrenza del Colorado fornisce anche, tuttavia, che altre disposizioni in un accordo medico sono applicabili, comprese le disposizioni che richiedono il pagamento di danni per un importo “ragionevolmente correlato alla lesione subita”. Pertanto, mentre un medico non può essere ingiunto di competere sulla base di una disposizione di non concorrenza, il medico può essere condannato a pagare i danni derivanti da una violazione di una disposizione di non concorrenza. Tali danni, tuttavia, devono essere ragionevolmente correlati al “pregiudizio subito”; in caso contrario, la disposizione non sarà applicata. Vedere l’applicabilità delle clausole di risarcimento danni liquidate negli accordi di non concorrenza del medico.

Nel 2018, lo statuto di non concorrenza è stato modificato per consentire ai medici di continuare a prendersi cura di pazienti con disturbi rari, come definito dai criteri sviluppati dall’Organizzazione nazionale per i disturbi rari, Inc., o qualsiasi organizzazione successore, anche se hanno firmato un accordo di non concorrenza.
Anche se un accordo di non concorrenza e/o di non sollecitazione rientra in un’eccezione di legge, verrà applicato solo se è ragionevole rispetto alla durata e all’ambito geografico. Nel determinare la “ragionevolezza”, il tribunale valuta in genere se le restrizioni sono necessarie per proteggere l’attività del datore di lavoro e l’impatto dell’applicazione sul dipendente. Qualsiasi accordo che impedisca a un ex dipendente di lavorare per qualsiasi concorrente in qualsiasi luogo sarà soggetto a un maggiore controllo. Un accordo di non concorrenza o di non sollecitazione ben redatto dovrebbe limitare un dipendente dal lavorare per un concorrente solo nella regione in cui l’azienda compete per le imprese. Inoltre, se l’accordo non contiene alcuna restrizione per quanto riguarda la durata o la portata geografica, la disposizione sarà probabilmente annullata dal tribunale.

Infine, come per qualsiasi “contratto”, un accordo di non sollecitazione/non concorrenza deve essere supportato da un’adeguata considerazione. In assenza di un’adeguata considerazione, l’accordo non sarà applicato. Come regola generale, offrire a un richiedente un posto di lavoro o a un dipendente esistente una promozione, un aumento salariale, un bonus o altri nuovi benefici, sarà considerato un corrispettivo adeguato a sostegno di un accordo di non concorrenza. Anche l’accordo di un datore di lavoro per continuare il rapporto di lavoro sarà sufficiente, come stabilito dalla decisione della Corte Suprema del Colorado in Lucht Concrete Pumping, Inc. v. Horner. Vedi Lucht’s-Concrete-Plumbing-Decision
Uniform Trade Secret Protection Act

Il Colorado ha adottato l’Uniform Trade Secret Practices Act, che proibisce e impone la responsabilità per l’appropriazione indebita di segreti commerciali. Vedi C. R. S. § 7-74-101. Il termine “segreto commerciale” è definito come qualsiasi informazione scientifica o tecnica, progettazione, processo, procedura, formula, miglioramento, informazioni commerciali o finanziarie riservate, elenco di nomi, indirizzi o numeri di telefono o altre informazioni relative a qualsiasi attività o professione segreta e di valore. Nel determinare se qualcosa è un segreto commerciale, i tribunali considerano: (1) se le informazioni sono conosciute al di fuori dell’azienda; (2) la misura in cui le informazioni sono note a coloro che sono all’interno dell’azienda; (3) gli sforzi della società per mantenere segrete le informazioni; (4) il valore per la società nel mantenere le informazioni dai concorrenti; (5) il costo per ottenere e sviluppare le informazioni; e (6) la quantità di tempo e la spesa che ci vorrebbe altri per acquisire e duplicare le informazioni.

Il segreto commerciale più controverso riguarda elenchi e informazioni dei clienti. Un elenco di clienti non può costituire un segreto commerciale se una società non lo ha trattato come “segreto”, cioè ha preso le misure appropriate per evitare la sua divulgazione ad altri. Come minimo, una società dovrebbe proteggere la riservatezza delle informazioni dei clienti limitando l’accesso alle informazioni, richiedendo ai dipendenti di stipulare accordi di non divulgazione e contrassegnare o timbrare le informazioni “riservate”.”

Dovere di lealtà

Anche in assenza di un accordo di non concorrenza e/o di non sollecitazione, un dipendente può essere esposto a potenziali responsabilità competendo contro il suo attuale datore di lavoro. Come regola generale, i dipendenti devono un dovere di lealtà al loro datore di lavoro. Questo dovere di lealtà di common law è stato adottato dalla Corte Suprema del Colorado in Jet Courier Service, Inc. v. Mulei. Vedi Jet Courier v. Mulei. Di conseguenza, un dipendente non può impegnarsi in concorrenza non autorizzata o sollecitazione contro il proprio datore di lavoro durante il rapporto di lavoro. Essi possono, tuttavia, prepararsi a competere. Il confine tra la concorrenza effettiva e la preparazione alla concorrenza è spesso incerto. Qualsiasi dipendente pensando di iniziare un business concorrente dovrebbe consultare un consulente legale per ottenere una guida su questo problema critico.

Computer Fraud and Abuse Act

Il Computer Fraud and Abuse Act, 18 U. S. C. § 1030, fornisce alle aziende un altro potenziale reclamo in caso di appropriazione indebita di dati informatici da parte di un dipendente attuale o precedente. Al fine di prevalere su un reclamo ai sensi del Computer Fraud and Abuse Act, un’azienda deve dimostrare: (1) che un dipendente ha accesso consapevolmente a un computer senza autorizzazione o superando la sua autorizzazione; (2) che lo ha fatto con l’intento di frodare l’azienda; e (3) di conseguenza, l’azienda ha subito perdite superiori a $5,000.00.

Considerazioni pratiche

I segreti commerciali sono spesso il bene più prezioso posseduto da un’azienda e dovrebbero essere protetti di conseguenza. Le aziende possono adottare diverse misure economiche e pratiche per proteggere le informazioni riservate e le relazioni con i clienti. Queste misure dovrebbero essere prese in modo proattivo, preferibilmente prima che sorga un problema riguardante la sollecitazione o la concorrenza da parte di un dipendente attuale o precedente:

• I manuali o i manuali dei dipendenti dovrebbero contenere disposizioni che limitano altri impieghi durante il lavoro, risolvono i conflitti di interesse e vietano l’uso di informazioni aziendali per scopi non aziendali.

• Le aziende dovrebbero specificamente identificare ed etichettare i segreti commerciali come “confidenziali” e in altro modo identificare le informazioni segrete commerciali per i dipendenti.

• I computer con informazioni segrete commerciali devono essere accessibili solo tramite password. Le password dovrebbero essere cambiate con una certa regolarità.

• I dipendenti in partenza dovrebbero essere ricordati del loro obbligo di preservare la riservatezza dei segreti commerciali della Società dopo la cessazione del rapporto di lavoro.

Non esitate a contattare gli avvocati di non concorrenza, non sollecitazione e segreto commerciale di Baird Quinn, se avete domande riguardanti accordi di non concorrenza, accordi di non sollecitazione o appropriazione indebita di questioni di segreto commerciale. È possibile ottenere ulteriori informazioni sui nostri avvocati non-concorrenza, avvocati non sollecitazione, e avvocati segreti commerciali andando al seguente link.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.